Farmacie

Orari Farmacie

Luoghi di Culto

Orario Messe

accendil lazzurro telefonozzurroqualianoDopo la pausa estiva si rimette in moto la Pro Loco Qualiano Gaudianum in occasione della Manifestazione Nazionale indetta dal Telefono Azzurro e denominata "Accendi l'azzurro 2017" che si terrà nei giorni 18 e 19 Novembre prossimi in più di mille piazze italiane. La locale Pro Loco si fa promotrice, per la seconda volta in tre anni, sul nostro territorio di questo evento a carattere nazionale. Saremo presenti, con un nostro stand e materiale informativo, per raccogliere fondi e sensibilizzare sui diritti dell'infanzia, in Piazza D'Annunzio dalle 9 alle 13 di domenica 19 Novembre. Con la Pro Loco ci saranno altre realtà socio-sportivo-culturali che operano nella nostra area come il Photoclub Partenope che curerà le immagini dell'evento, la società di basket Audax che farà dimostrazioni pratiche di tecnica e la fantastica animazione di Casper ci sarà una mega festa per i bambini. Saranno, inoltre, presenti con le proprie guardie ambientali l'associazione A.N.U.U., i bimbi della Parrocchia Santo Stefano e con uno stand l'Associazione Nazionale Diabetici "FAND", sezione di Qualiano, che informerà sui rischi di tale patologia proprio nella settimana della giornata nazionale diabetici. Il tutto col patrocinio morale del Comune di Qualiano. La novità di quest'anno è la distribuzione delle Casette di Telefono Azzurro Illuminate, un oggetto davvero originale, che si ripropone cambiato rispetto agli altri anni, dal forte valore rappresentativo.

Con l'acquisto di questa casetta, facile da costruire e da tenere in bella mostra in casa propria, si può condividere l'impegno a favore dei bambini, a rispettarli, proteggerli e difenderli, soprattutto da violenze psicologiche e fisiche. Il Telefono azzurro, da ben 30 anni presente in Italia con operatori in ascolto 24 ore al giorno per 365 giorni l'anno, con l'adozione di questa simbologia, vuole dimostrare di essere sempre dalla parte dei bambini perchè 'adottare' questa casetta sarà come 'adottare' un nuovo bambino, custodirla sarà come tenere i nostri piccoli al sicuro, in una nuova casa chiamata metaforicamente Sicurezza e Serenità. La casa, lo sappiamo tutti, è sempre stata la prima cosa che si disegna da piccoli a dimostrazione di quanto sia forte il desiderio inconscio di protezione e di calore presente in ogni bimbo. Una verità assoluta che deve rimanere tale, sempre, anche quando ci sono sofferenze e disagi. La Pro Loco, quindi, a tal fine, invita la popolazione tutta a partecipare a questa straordinaria festa partecipando all’evento evento di solidarietà, un gesto che possono compiere davvero tutti, dai più grandi ai più piccini. Non mancate!

accendil lazzurro telefonozzurroqualiano

18425478 1135957713216879 5486885723131299323 nDomani 11 giugno 2017 il museo civico e della cultura contadina, allestito a titolo totalmente gratuito nei locali di proprietà Panico Antonio in Piazza Gabriele D’Annunzio, per quest’anno chiude i battenti. Ha ospitato nel suo interno preziosi cimeli appartenuti a monsignor Savarese, numerosi attrezzi dell’identità ancestrale contadina di Qualiano, nonché tante foto antiche e moderne di questa città. Circa qualche centinaio di persone è venuto a fargli visita. Sono tante? Sono poche? Non importa. Ciò che ci ha consegnato tanta soddisfazione è riuscire ad osservare nei loro occhi la curiosità di conoscere, di capire e di ricordare. All’evento poteva essere conferito maggior risalto, da parte soprattutto dei media locali o da personalità amministrative e politiche o cosiddette intellettuali, sempre assenti e svagate quando si tratta di certune manifestazioni? Misteri qualianesi. Poco importa. Ciò che davvero importa, a nostro avviso è la perseveranza della Pro Loco Qualiano Gaudianum nel riuscire a portare a termine avvenimenti utili alla vita di Qualiano. Siamo convinti però di trovare anche nel futuro prossimo, presso tutte le altre associazioni ed in prossimità di chi davvero tiene all’esistenza di Qualiano: che siano essi politici, intellettuali o giornalisti, una nuova linfa di collaborazione e vicinanza che aiuti il nostro paese a superare i momenti di difficoltà. Ringraziamo chi ha fornito il materiale indispensabile all’apertura del museo, le persone che hanno collaborato al suo mantenimento e tutti quelli che hanno sentito il bisogno di fargli visita. 

 

Foto: Sonia Brandolone           

Manifesto Pelella WebCi sarà sabato prossimo, 27 maggio, l'epilogo del Secondo Concorso dedicato alla memoria del Prof. Aniello "Nino" Pelella presso la bellissima aula conferenze dell'Istituto Canonico Migliaccio in Via Campana 19 a Qualiano. La kermesse, organizzata dalla Pro Loco Qualiano Gaudianum, ha bissato se non superato il numero di partecipanti dell'anno scorso quando decine di bambini si sfidarono in prove di Logica e Matematica e si 'inventarono' artisti per un giorno con disegni e quadri di ottimo valore. E' ancora vivo il ricordo di quella manifestazione che evidenziò come si possa dar lustro a personaggi che tanto hanno fatto per Qualiano, nel caso di Pelella in modo discreto e silenzioso. Un personaggio raro, d'altri tempi, mai fuori le righe, sempre disposto ad aiutare gli altri. Generazioni di qualianesi sono stati a ripetizione da lui, dal nonno al nipote , oggi si può dire "Sono stato a lezione da Nino". E la locale Pro loco intende proseguire su questa via tracciata l'anno passato con altre iniziative in memoria e ricordo di qualianesi illustri, persone che hanno dato e fatto tanto nel sociale. 

Chi saranno, quindi, i nuovi genietti della Matematica? I futuri ingegneri e architetti della nostra cittadina? Chi potrà dire, tra 15/20 anni, "Ho avuto il premio Pelella e da lì ho capito che ero bravo?". Chi saranno, altresì, i novelli giornalisti e scrittori sul nostro territorio? Chi dirà, "Fui premiato al 'Pelella' quando ero alle medie"?. Interrogativi che troveranno una risposta sabato prossimo dopo una scrematura lunga e paziente.  I partecipanti per la sezione 'Matematica' sono stati 194 per le Medie e 103 per le Elementari grazie ai prof. di Matematica Francesco Del Giudice, Patrizia Palma e Massimo Iaccarino che hanno fatto da commissione valutando le prove. Da qui usciranno tre premi per la scuola primaria e tre per la secondaria di primo grado secondo il punteggio più alto ottenuto insieme ai minuti impiegati per completare la prova, in caso di ex-aequo. Per la sezione 'Narrativa' i partecipanti sono stati 68 per le Elementari e 62 per le Medie. Anche da qui verranno fuori tre premi, primo, secondo e terzo secondo quanto stabilito dalla giuria composta dalla Prof.ssa Iolanda Stella Corradino, dallo scrittore Franco Cacciapuoti e dal poeta Antonio Cipolletta. 

Ci sarà anche un premio speciale della Pro Loco per un racconto o una poesia particolarmente meritevole di menzione. Durante l'happening di sabato i passi più belli delle opere vincitrici saranno lette al pubblico durante la premiazione stessa. Prepariamoci a questo evento a cui hanno collaborato fattivamente le docenti delle scuole di ogni ordine e grado portando alla luce dei ragazzi e delle ragazze veramente validi. La cultura, in questo caso, parte dal basso ma potrà arrivare davvero in alto.

manifesto museo qualiano webLa Pro Loco Qualiano Gaudianum bissa l'esperienza di due anni fa e, con lo stesso entusiasmo di allora, è pronta ad inaugurare il primo museo cittadino il prossimo 11 maggio. Dopo l''ottima accoglienza ricevuta nel 2015, quando presso l'Istituto di S. Teresa del Bambino Gesù in Via Campana furono aperte al pubblico le stanze del Canonico Antonio Migliaccio e al pianterreno della struttura venivano esposti oggetti dell'era Borbonica, quest'anno parte un progetto nuovo, stimolante e ambizioso, il MUSEO CIVICO E DELLA CIVILTA' CONTADINA per stare in tema "Maggio dei monumenti" e per offrire alla cittadinanza un bel tuffo nel passato. Inaugurazione giovedì sera, alle 20:00, le due sale site in Piazza D'Annunzio 32, proprio di fronte al Monumento ai Caduti, ospiteranno strumenti, oggetti, attrezzi appartenenti alla tradizione contadina del territorio e abiti appartenuti ad uno dei personaggi più noti della cittadina, il Vescovo di Vallo della Lucania, Monsignor Savarese, che il suo cultore Granata Antonino ha gentilmente concesso per l'esposizione.

Il team che ha lavorato intorno a questo progetto, sulla scia e sul successo riscontrato già nel 2015, crede fortemente nell'idea di una 'Bellezza Culturale', di qualcosa che resti nei decenni a venire, di qualcosa che tramandi agli altri ciò che siamo stati. Un'idea che non sarà abbandonata tanto da pensare anche ad un futuro in cui il Primo Museo Cittadino possa avere un punto fermo e restare in pianta stabile sul territorio in modo da offrire alla cittadinanza e soprattutto ai giovani delle generazioni Internet uno spaccato di un passato che ha tanto da insegnarci. Un passato dove, in quegli attrezzi e in quegli oggetti, c'è stata la fatica ed il sudore dei nostri avi. L’ingresso al museo avrà una quota simbolica di un euro e sarà gratuito a tutti i soci 2017 alla Pro Loco.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare con i seguenti orari di apertura al pubblico:
Sabato ore 17:00 – 20:00
Domenica ore 10:00 – 13:00 / ore 17:00 – 20:00. Nei giorni infrasettimanali solo su appuntamento, per contatti: 08118858013 – 3490867651 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure clicca qui

pelella

Molte iniziative bollono in pentola da qui all'inizio dell'estate nell'agenda della locale Pro Loco che, al di là di sorprese, ha calendarizzato una serie di eventi che si svolgeranno a partire dal prossimo mese di Aprile sull'onda dell'entusiasmo creato dal Carnevale cittadino dello scorso Febbraio.

 

Il primo evento in ordine temprale è LA SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO "NINO PELELLA" che quest'anno vede una novità rispetto all'anno scorso, l'introduzione di una sezione di Narrativa e Poesia che va a sostituire la grafica e la pittura dell'anno scorso. Un premio che, come ricorderete, portò nella struttura delle Suore in Via Campana tantissime persone che ammirarono ed applaudirono gli studenti vincitori delle scuole cittadine. Quest'anno la prova di Matematica si svolgerà il 20 aprile in contemporanea in tutti gli istituti mentre la consegna degli elaborati scritti è prevista per il 30 aprile. La manifestazione finale è già stata fissata per il 20 maggio, a partire dalle 10, sempre presso l'Aula Conferenze delle Suore. Seguiranno aggiornamenti ed eventuali variazioni.

 

Il secondo evento in programma è la nascita del PRIMO MUSEO CITTADINO DELLA CIVILTA' E CULTURA CONTADINA, un'idea a lungo perseguita e finalmente realizzabile che aprirà i battenti nel mese di maggio. Ovviamente si coglie l'occasione per fare un appello all'intera città : chiunque avesse attrezzi e strumenti appartenenti alla cultura contadina, alle radici e alle tradizioni qualianesi, documenti, foto e tutto quanto potrebbe essere esposto al pubblico, può contattarci  per mettere in mostra i propri oggetti. Seguirà un altro comunicato con la data di apertura ufficiale.

La terza cosa in programma e sulla quale si sta già lavorando è il primo numero del PERIODICO "IL QUALIANESE", un giornale storico che sarà incentrato esclusivamente su fatti ed avvenimenti della storia di Qualiano con articoli tratti da giornali e riviste d'epoca, foto originali e documenti inediti. Il periodico avrà un taglio che legherà, quindi, idealmente passato e presente, in un continuo confronto tra le epoche.

Il quarto punto che la Pro loco sta seguendo, in sinergia con le altre pro loco del territorio, è la RACCOLTA FIRME PER LA RIAPERTURA DELLA STAZIONE METRO di Via Ripuaria, attualmente chiusa dal 1997. Una iniziativa lodevolissima insieme alla Pro Loco di Litorale Domizio a cui tutti i cittadini dovrebbero partecipare e mobilitarsi, una vera e propria petizione popolare che tocca gli abitanti di Qualiano e di tutta la zona costiera. Chi vuole firmare può recarsi tutti i giorni, dalle 18 alle 20, presso la nostra sede in Piazza D'annunzio 23 oppure andare sul seguente link :CLICCA QUI

carnevale 2017
La Pro Loco Qualiano Gaudianum organizza, con la partecipazione delle scuole cittadine di ogni ordine e grado, dei fiorai e delle associazioni del territorio, la seconda edizione del Carnevale.

- Le scuole organizzeranno dei laboratori in sede per ricercare e ricreare costumi, usi e tradizioni del Carnevale e fornire un prodotto finale che sarà contrassegnato col simbolo del plesso scolastico di appartenenza. Gli allievi potranno fare cartelloni, bandiere, costumi e maschere della tradizione carnescialesca, indossarli e mostrarli in occasione della sfilata cittadina del 26 Febbraio.

PROGRAMMA di Domenica 26 Febbraio 2017

 

FESTA DI CARNEVALE PRESSO LE STRADE DELLA CITTADINA SECONDO UN PERCORSO CONCORDATO IN PRECEDENZA

Ore 9,00     Accoglienza dei bambini a Piazza D'Annunzio nel punto di raccolta della Pro Loco

Ore 9,30     Coordinamento del raduno dei Cosplayers a Piazza D'Annunzio

Ore 10,00   Inizio della sfilata con i carri ed i bambini in maschera

Ore 13,30   Premiazione delle scuole in Piazza D'Annunzio

All'interno della sfilata ci sarà una esibizione di COSPLAY che, dopo il raduno, sfileranno per le strade cittadine creando un ambiente fumettistico e fantastico.

PREGHIAMO CALOROSAMENTE I DOCENTI ED I GENITORI, NONCHE' TUTTA LA CITTADINANZA, DI ACCOMPAGNARE GLI ALUNNI  DURANTE  LA PARATA.

 

Percorso: 

P.zza D’Annunzio, Via Roma, Via Campana, Via Colombo, Via G. Di Vittorio, Via Rosselli, P.zza Rosselli, Via S. M. a Cubito, Via Orazio, Via Antica Consolare Campana, Via Pozzolaniello, Via Berlinguer, Via Campana, Piazza Kennedy, Via S.M. a Cubito, Via Garibaldi, Via Bandiera, Via Mons. Savarese, Via Camaldoli, Piazza G. D’ Annunzio.

 

180anni qualiano pro loco qualianoLa Pro Loco Qualiano Gaudianum, nell'ambito delle iniziative atte a tutelare il nostro territorio, a preservarne le radici, ad unire le persone intorno ad un bene comune, al ricordo, alla memoria storica del 180esimo compleanno della cittadina, organizza una due giorni di eventi il prossimo 8 e 9 ottobre 2016 nel cuore del centro storico: Piazza D'Annunzio. Lì, dove una volta batteva il cuore del paese con il tiglio centenario, il mercatino rionale, la Chiesa di S. Stefano, i gruppi di amici che facevano della serenità il loro stile di vita, si è pensato di dare vita ad una serie di iniziative che, siamo certi, incontreranno il favore popolare e la voglia di stare insieme per vivere momenti di riflessione, spensieratezza ed anche divertimento.
Sabato 8 Ottobre 2016
Si comincerà la mattina dell'8 ottobre alle 10,30 con il raduno delle scuole cittadine e delle majorettes nel piazzale antistante il Comune a Piazza del Popolo. Il corteo proseguirà, poi, fino ad arrivare a Piazza D'Annunzio dove le autorità politiche, militari e religiose, con la fanfara dei Carabinieri, deporranno una corona d'alloro sulla lapide ai Caduti delle Due Guerre, assisteranno alla cerimonia dell'alza bandiera e allo scoprimento della targa all'interno del Monumento. Alla solenne celebrazione saranno presenti anche i figli del progettista dell'obelisco, i signori Onofaro.
Nel pomeriggio, alle ore 18,00, in Via Roma, ci sarà l'inaugurazione della mostra fotografica "Qualiano ieri e oggi" a cura di Sonia Brandolone, Davide Morgera e Giuseppe Ricciardiello. Immagini che ci riporteranno tra le strade della cittadina in un viaggio lungo il tempo dove predomina il bianco ed il nero. Vedremo, curiosamente, come è cambiato il luogo dove viviamo. In contemporanea sarà possibile visionare il Documento originale del Decreto Regio del 1836 in cui Qualiano si rendeva autonomo da Panicocoli.
In serata, alle 19,30, ci sarà la proiezione del trailer del docu-film "I 150 anni di Qualiano 30 anni dopo", una anticipazione di pochi minuti di quello che sarà il "film" del giorno dopo. Da non perdere!
Dalle 20,00 e fino a tarda sera, tra Via Roma e Piazza D'Annunzio, sarà possibile degustare prodotti della Sagra della Ricotta e della Mozzarella.
Alle 21,00 la Compagnia del "Dream Ballet" offrirà uno spettacolo dove la musica e la danza la faranno da padroni creando un mix esplosivo e coinvolgente.
Domenica 9 Ottobre 2016

Leggi tutto: Qualiano un Paese in Festa 180esimo anno 

Made In Qualiano 2016Per residenti, curiosi e per chi non è ancora andato in ferie, ritorna anche quest'anno la manifestazione "Made in Qualiano", giunta alla terza edizione. La kermesse, nata con lo spirito di far scoprire al pubblico di Via Camaldoli nuovi artisti in erba, siano essi cantanti, gruppi o comici, presentata dall'esperto Fabio Cortisi, avrà diverse novità nel cartellone. Infatti oltre allo spettacolo canoro offerto ci saranno anche le bellissime e mastodontiche limousine da strada, le bellissime Moto Goldwing che faranno bella mostra di sè nello spazio antistante il palco. Quindi un evento che coniuga spettacolo sonoro e visivo. Il tutto condito, per i palati super fini, del vero clou della Festa della Madonna del Carmine, la 27° sagra della ricotta, quella che fece nascere l'idea di rivalutare il popolare quartiere nel 1989, il primo anno della manifestazione.
Il Comitato dei Festeggiamenti invita la cittadinanza tutta ad un evento che coniuga sacro e sociale in una settimana particolarmente calda dove sarà bello fare una passeggiata all'aria aperta per gustare prodotti locali ed ascoltare della buona musica. Tutti in Piazza Mons. Savarese alle ore 21 ,00, dunque, sul palco se ne vedranno delle belle sotto la regia del presidente della Pro Loco Qualiano Gaudianum Giuseppe Ricciardiello.

13393997 886524574826862 1193856281084400355 nSaranno ri-esposte domenica prossima 12 giugno, dalle ore 10 alle ore 13 in Piazza D'Annunzio a Qualiano, le opere grafiche e pittoriche che hanno partecipato al primo concorso dedicato alla memoria di Nino Pelella la cui premiazione è avvenuta lo scorso 28 maggio. La richiesta di genitori ed allievi, col supporto delle docenti delle scuole cittadine, è stata accolta con entusiasmo dalla stessa Pro Loco che darà, dunque, l'opportunità a tutti, vincitori e non, di far rivedere quanto fatto per un concorso che ha riscosso grande successo di pubblico e critica. L'invito a partecipare, a visionare, a discutere, ad apprezzare o meno quanto fatto, è rivolto a tutta la cittadinanza che potrà ammirare Qualiano in tutte le sue sfaccettature, dalle interpretazioni del Monumento ai Caduti al ponte di Surriento, dai vecchi cortili del centro storico a Piazza Kennedy, dalla Chiesa di Santo Stefano a quella dell'Immacolata, dalle immagini legate alla vita contadina allo stemma comunale. I ragazzi hanno prodotto tanto, si sono impegnati, mostrando anche una notevole conoscenza dei luoghi in cui vivono e giocano. In tal modo hanno lanciato il loro personale messaggio, ovvero quello di farci capire che forse non è del tutto campata in aria una delle prerogative per cui la Pro Loco è nata e sta operando sul territorio, quella di non perdere mai il contatto con le proprie radici, di non dimenticare il passato/presente prima di volare nel futuro.

pelell manifestoSi svolgerà sabato prossimo 28 maggio, a partire dalle 10,30, presso la Sala Conferenze dell'Istituto Canonico Migliaccio sito in Via Campana 19 a Qualiano ( si può accedere, a piedi, anche da Via Conte Sifola ) la premiazione del Primo Concorso Grafico- Matematico dedicato al prof. Aniello Pelella, per tutti semplicemente 'Nino'. Sarà una mattinata particolarmente attesa e calda da parte degli studenti delle scuole primarie e medie della cittadina perchè, oltre al momento emozionante delle premiazioni e dei riconoscimenti, saranno esposte le migliori opere grafiche e pittoriche fatte dagli allievi in una mostra itinerante che coprirà tutto lo spazio espositivo della bella ed accogliente struttura dell'Istituto Migliaccio. La Pro Loco Qualiano Gaudianum ha incaricato due giurie che hanno avuto il compito di giudicare i lavori, una per l'aspetto Logico-Matematico e l'altro per quello Grafico-Pittorico. Della prima hanno fatto parte docenti delle Scuole Superiori quali il prof. Massimo Iaccarino del Liceo Cartesio di Villaricca, le prof.sse Patrizia Palma e Ilaria De Notaristefani del Liceo Cartesio di Qualiano ed il prof. Francesco Del Giudice del Liceo Linguistico-Scientifico Don Mauro di Villaricca. Della seconda giuria, impegnata in un duro lavoro di 'scelta' ma anche a stilare le motivazioni per le opere premiate, hanno fatto parte il prof. Franco Reccia del Liceo Scientifico Bassi di Sant'Antimo, il prof. Antonio Montanaro della Scuola Media Tenente Mauriello di Melito, la dott.ssa Bianca Russo della Accademia di Belle Arti di Napoli e l'artista Francesco Liuzzi che opera sul territorio a nord di Napoli. L'idea nasce, e sarà resa viva anche in futuro con altre iniziative, dal ricordo di persone che hanno lasciato un segno profondo ed indelebile nella comunità qualianese, da chi ha dato ed ha fatto tanto per il proprio territorio. Il tutto assume ancora più valore in un momento storico dove tutto quanto di buono è stato fatto in passato sembra venir spazzato via con troppa facilità da un presente che assorbe tutto con estrema rapidità. "Ed allora, perchè non tornare, anche solo per una giusta causa ed una meritata celebrazione, alla Qualiano di un tempo?" Sembra questo lo slogan partito dalla locale Pro Loco, impegnata in progetti con le scuole in perfetta sinergia con i dirigenti scolastici, i quali hanno sempre mostrato disponibilità e collaborazione a quanto proposto.  Il concorso, denominato semplicemente "Premio Grafico- Matematico Nino Pelella", ha come obiettivo quello di valorizzare la memoria, la logica ed il calcolo nonchè l'Arte Grafica in tutte le sue espressioni con riferimento a Qualiano. Gli autori/studenti hanno fornito il loro contributo con disegni, quadri ed opere che hanno richiamato i luoghi della cittadina mentre la prova di Matematica, della durata di un'ora, si è svolta  contemporaneamente in tutte le scuole il 12 maggio scorso sulla scia delle Olimpiadi della Matematica che già si svolgono regolarmente negli istituti di tutta Italia. La premiazione di sabato sarà solo l'atto finale di una bella esperienza che ha coinvolto allievi, famiglie e tutta la cittadinanza. Sarà, così, un pò più dolce e meno amaro il ricordo di Nino Pelella, "un uomo per gli altri" che toccava il cuore dei suoi studenti, dei familiari, di amici o di semplici conoscenti in interminabili lezioni nel suo studio di Piazza D'Annunzio.

COMUNICATO STAMPA

Si è svolta ieri presso la Scuola Media Statale "Di Giacomo" la riunione organizzativa tra la locale Pro Loco Qualiano Gaudianum ed una rappresentanza delle scuole cittadine primarie e secondarie per varare il primo concorso grafico e matematico dedicato alla memoria del "professore" Nino Pelella. L'idea nasce, e sarà resa viva anche in futuro con altre iniziative, dal ricordo di persone che hanno lasciato un segno profondo ed indelebile nella comunità qualianese, da chi ha dato ed ha fatto tanto per il proprio territorio. Il tutto assume ancora più valore in un momento storico dove tutto quanto di buono è stato fatto in passato sembra venir spazzato via con troppa facilità da un presente che tutto assorbe con una rapidità incredibile. "Ed allora, perchè non tornare, anche solo per una giusta causa ed una meritata celebrazione, alla Qualiano di un tempo?" Sembra questo lo slogan che parte dalla Pro Loco, sposato pienamente da coloro che hanno preso parte alla riunione. La cosa importantissima, infatti, che è emersa è stata la totale comunione di intenti tra le docenti che hanno appoggiato l'iniziativa. La stessa preside della Di Giacomo, prof. Carandente Sicca, è apparsa entusiasta poichè conosceva Nino Pelella ed ha espresso parole di elogio per la sua persona anche a distanza di 15 anni dalla morte. Le scuole primarie, rappresentate dalle docenti  Irene Nocera per la Rione Principe e Clementina D'Alterio per la Santa Chiara/Canonico Migliaccio e le 'voci' delle scuole secondarie delle docenti Bianca Maurelli per il Pluricomprensivo  Verdi/Don Bosco e Vera Brancatelli per la Di Giacomo, non solo hanno espresso piena aderenza al progetto ma hanno anche auspicato che tra le scuole e la Pro Loco ci sia sempre più una sinergia che possa radicarsi sul territorio con varie iniziative, come è accaduto già con il Carnevale dello scorso Febbraio.  Il concorso, denominato semplicemente "Premio Grafico- Matematico Nino Pelella", ha come obiettivo quello di valorizzare la memoria, la logica ed il calcolo nonchè l'Arte Grafica in tutte le sue espressioni con riferimento a Qualiano. Gli autori potranno fornire il loro contributo con disegni, quadri o sculture che richiamino i luoghi della città e potranno consegnare le loro opere presso le scuole o presso la sede della Pro Loco in Piazza D'Annunzio. La prova di Matematica, invece, della durata di un'ora, avverrà contemporaneamente in tutte le scuole cittadine sulla scia delle Olimpiadi della Matematica che già si svolgono regolarmente nelle scuole e sarà preparata a secondo del livello. Ovviamente premi e targhe per i vincitori, che saranno giudicati da una giuria di esperti, alla fine di maggio ed esposizione finale delle opere durante la cerimonia di premiazione. Sarà, così, un pò più dolce e meno amaro il ricordo di Nino Pelella, "un uomo per gli altri" che toccava il cuore dei suoi studenti, dei familiari, di amici o di semplici conoscenti in interminabili lezioni nel suo studio di Piazza D'Annunzio.

La Pro Loco Qualiano Gaudianum promuove ed organizza il primo Carnevale della cittadina domenica 7 Febbraio 2016. Sono passati diversi lustri da quando i carri e le maschere sfilarono per l'ultima volta per le strade dell'agglomerato urbano portando gioia, serenità e spensieratezza tra la popolazione locale. Quest'anno la 

Pro Loco, con l'aiuto dei commercianti, delle associazioni e delle scuole di Qualiano, ci riprova con una 'doppia festa', quella mattutina per le strade cittadine e quella pomeridiana nella Villa Comunale di Via Palumbo. E' un evento, quindi, che avrà un doppio clou a cui tutti sono invitati a partecipare lasciando a casa tutti i pregiudizi legati alle cose 'nuove'. Bisogna avere un pizzico di coraggio, tutti insieme possiamo riuscire a fare iniziative che diano, con il passare degli anni e delle ed

izioni, visibilità al nostro territorio. Questo Carnevale è un evento concreto per coinvolgere le componenti sociali, scolastiche e associazionistiche presenti in città e per avere una giornata di sano divertimento, unito alle vecchie tradizioni carnascialesche e culinarie di una festività che da sempre è la gioia di ogni bambino. Il programma della manifestazione è molto nutrito. I carri partiranno volutamente dal centro storico, da Piazza D'Annunzio alle 9,00 e attraverseranno le principali arterie della cittadina con tutti i bambini in maschera accompagnati dall'animazione di Casper Animation e dalle danze delle scuole di ballo qualianesi. Alle ore 13 ci sarà la meritata pausa. Nel pomeriggio, nella Villa Comunale, dalle 16,00 alle 20,00 i protagonisti saranno tutti, di ogni fascia d'età, dai grandi che avranno occasione di ballare all'aperto ai bambini che si esibiranno in brevi sketch, stornelli, filastrocche e poesie legati al Carnevale fino ad arrivare alle coinvolgenti esibizioni in tema delle scuole di ballo. 

Insomma, l'intento è di legare questo moderno Carnevale con la tradizione affinchè la memoria delle cose belle del passato sia sempre presente e non scompaia fagocitata da un presente spesso troppo brutto per essere vero. Questo è un pò il senso di questo evento, legare le epoche, rendere il Carnevale una festa godibile anche tra le "quattro mura" della nostra cittadina. Non dobbiamo emulare Rio e Venezia ma proviamoci, coinvolgiamo tutta la cittadinanza ed  i vostri ragazzi!

SABATO 16 GENNAIO L'APERITIVO - BUFFET CULTURALE ALL'AMACA CAFFE' CON MORGERA E PICASCIA

 

Si svolgerà sabato prossimo, 16 gennaio 2016 alle 18,30, la seconda presentazione del volume "Dal tiglio agli eroi scolpiti nel marmo. Genesi di un monumento" curato da Davide Morgera ed Aniello Picascia presso la sala eventi dell'Amaca Caffè in Via Campana 257 (lato ponte Surriento) Qualiano. La formula nuova, improntata su una chiacchierata con gli autori, con letture della sociologa Margherita Palma e col giornalista Enzo Cerchia di Internapoli a fare da moderatore, prevede la convivialità di un buffet, in questo caso "culturale", offerto dalla stessa gestione del locale. "Si potrà, quindi, parlare di eroi caduti in guerra, della nascita e della inaugurazione del Monumento ai Caduti, le cui aiuole sono state recentemente affidate alla gestione della Pro Loco Qualiano Gaudianum, della Qualiano del primo novecento per un tuffo in un passato che ha da essere continuamente raccontato affinchè l'esempio che i nostri ancestrali avi ci hanno trasmesso con la loro vita possa continuare a vivere in ognuno di noi" come afferma il presidente della Pro Loco cittadina Giuseppe Ricciardiello.  A contorno dell'evento saranno esposte alcune gigantografie di foto d'epoca per un viaggio itinerante nella Qualiano del secolo scorso. Tutta la popolazione è invitata a partecipare per un confronto aperto, civile e sereno sulla storia che ci siamo messi alle spalle e che non dobbiamo, per questo, dimenticare.

Ricordiamo che il libro è disponibile presso tutte le edicole cittadine e sarà acquistabile, con un contributo, tutte le domeniche mattina di gennaio presso i gazebo della Pro Loco presenti nelle principali piazze di Qualiano. Prima tappa, domenica 17 gennaio nel piazzale antistante la parrocchia Maria SS. Immacolata dove sarà possibile iscriversi alla nostra Pro Loco e informarsi sulle nostre future attività. 

Iscriviti se  vuoi il  bene del   tuo  Paese!